draghi a napoli
Politica nazionale

Draghi a Napoli: divari nord-sud ormai insopportabili

La giornata è iniziata con la firma del ‘Patto per Napoli’ per poi proseguire con la visita al Rione Sanità e con una pizza in una storica pizzeria. Sono le tappe del presidente del Consiglio Mario Draghi, in visita a Napoli. Al Maschio Angioino, il premier alla presenza del sindaco Gaetano Manfredi e del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, ha firmato il ‘Patto per Napoli’ : il Governo stanzia 1 miliardo 231 milioni di euro per risanare il bilancio deficitario del comune.

Il Patto rientra nel più ampio accordo con i capoluoghi di Città metropolitane con disavanzo pro capite superiore a 700 euro. Complessivamente per Napoli, Torino, Reggio Calabria e Palermo sono stanziati 2 miliardi 670 milioni di euro. “Il Patto per Napoli – ha detto Draghi – coincide con il programma di investimenti più significativo nella storia recente del Mezzogiorno. Il Pnrr destina infatti circa il 40% delle sue risorse al Sud. L’obiettivo del piano è colmare i divari territoriali, ormai insopportabili. Il reddito pro capite del Mezzogiorno è infatti poco più della metà di quello del Centro-Nord e il tasso di disoccupazione è più del doppio – ha aggiunto -. Per far ripartire il processo di convergenza, fermo da quasi 50 anni, dobbiamo superare quegli ostacoli, finanziari, istituzionali, culturali, che hanno frenato Napoli e il Sud in questi decenni”. E ancora: “I finanziamenti pubblici sono una condizione necessaria, non sufficiente, per il rilancio del Sud. Il Pnrr richiede a tutti noi un salto di qualità nella gestione della spesa. Il piano va completato entro il 2026. Non possiamo lasciare che questi soldi vadano perduti o sprecati, come purtroppo è accaduto in passato ad altri fondi europei”. Sempre sul Pnrr: “Riduciamo la distanza tra istituzioni e cittadini, e costruiamo insieme il futuro che vogliamo per la nostra collettività. Per farlo, serve entusiasmo, ingegno, immaginazione. La stessa materia di cui è fatta Napoli”.

Poi il presidente del Consiglio si è recato in visita alla Basilica Santa Maria della Sanità dove ha incontrato un gruppo di profughi ucraini; 15 persone, tutte donne e bambini, accolte presso le case canoniche e le proprie abitazioni dai tanti volontari della Fondazione di Comunità San Gennaro, insieme agli abitanti del Rione Sanità. Ad attenderlo il Vescovo Ausiliare di Napoli, il Console Ucraino Kavalenko Maksym, Padre Antonio Loffredo, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca.

Tra le altre tappe Draghi ha visitato le catacombe di ‘San Gaudioso’, gestite dalla Cooperativa sociale La Paranza. La visita è terminata con una pizza nel cuore della Sanità insieme a Manfredi e De Luca. Non sono mancati momenti di tensione durante la visita alla Sanità, quando il premier è stato contestato sia all’esterno della chiesa che all’esterno della pizzeria.

“Con il presidente del Consiglio Mario Draghi e il Sindaco Gaetano Manfredi, prima al Maschio Angioino per la firma del ‘Patto per Napoli’, dopo al Rione Sanità, nel cuore della città, presso la Basilica per un’iniziativa di solidarietà con i bambini dell’Ucraina e una visita alle catacombe di San Gaudioso. Davvero una giornata importante per Napoli”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci