Interviste & Opinioni

Lavoratori della terra sostituiti dai trattori, gli agricoltori ci vogliono insegnare quale è il progresso giusto e quello ingiusto?

Milioni di lavoratori della terra sono stati sostituiti dai trattori ed ora gli agricoltori ci vogliono insegnare quale è il progresso giusto e quello ingiusto?

Terra,aria,acqua,poi venne il fuoco,sono le uniche ricchezze che esistono sulla terra,poichè hanno una loro propria vitalità,a prescindere dell’attività umana e sono da sempre a disposizione di tutti gli abitanti della terra.

Nei milioni di anni trascorsi,gli umani si sono organizzati sulla spinta vitale delle loro necessità di sopravvivenza,creando diverse riserve disponibili che,scambiandoli tra loro,hanno determinato le disponibilità per i consumi.

Per accedere e consumare queste disponibilità ci vuole un reddito.

Il reddito è uno specifico mezzo di scambio degli enti territoriali per sostenere consumi e,quindi,produzione di ricchezza.Il reddito di cittadinanza se è circoscritto ai consumi prodotti dall’ente che lo paga e sostiene crea ricchezza locale perchè le industrie locali,con i maggiori consumi,realizzano forti economie di scala e conquistano anche mercati esterni.Se viene speso per prodotti d’ importazione, dagli alimenti ai vestiti ai giochi alle auto ecc.ecc.le industrie nazionali deperiscono.

Non solo deperiscono,ma sono costretti a chiudere perchè non hanno un mercato attraente per la bassa tecnologia dei loro cicli di produzione e i loro prodotti diventano costosi e poco attraenti difronte alla concorrenza internazionale.

Veniamo ai trattori,belli ed imponenti,generalmente finanziati dallo stato,per una agricoltura più umana,che dovrebbe utilizzare tutte le risorse disponibili nel mondo globalizzato,senza le mensogne sugli OGM,distribuite a man basse,al solo fine di colpire le industrie multinazionali che li producono.Ottenendo l’effeto di una agricoltura nostrana dipendente dalla classe politica e dai loro provvedimenti ideologici-economici,disconoscendo che siamo in un mondo globalizzato,dove lo stesso agricoltore nostrano porte pantaloni e scarpe generalmente prodotte in paesi fuori Italia e che anche i suoi prodotti sono soggetti alla concorrenza del mondo.

Al ns. agricoltore viene dato un bel trattore su cui salire,ma lo fanno scendere da ogni cultura economica,restando vittima di una mafiosità culturale di regime.

Nella televisione di Stato Italiana in occasione di questa parata di trattori,abbiamo sentito e visto i grafici sull’aspetto economico della produzione di carni bovine.

Con l’autorevolezza dela comunicazione ufficiale dell’ente di Stato abbiamo visto e sentito che il produttore produce la carne bovina ricevendo un prezzo di 3,70 euro a kilo,quando poi viene venduta a 17 euro sul banco del macellaio:questa è una verità formale,che diventa una verità ‘mafiosa’ se contestualmente non si spiega che la carne da lui venduta a 3,7 Euro,passando alla macellazione tra spese varie,(veterinario, operai,rifiuti specifici liquami organici,ossa,igienizzazione,ecc)al distributore già diventa 7/8 euro a kg;poi questo la distribuisce con camion frigo e due addetti,ai macellai di zona a 10/12 euro a kg,infine i macellai la vendono ai propri utilizzatori finali a 16/18 euro a Kg,dopo aver pagato tutte le spese dell’esercizio commerciale e del lavoro umano.

Se si volesse calcolare i costi delle tasse e tributi che gravano su tutti questi passaggi,dovremmo constatare che lo Stato ha finanziato i trattori,ma lucrando abbondantemente su ogni passaggio gestionale di ogni prodotto agricolo e in particolar modo sull’allevamento, acclarandosi come benefattore e protettore.

N.B. L’intelligenza artificiale supera questa retorica culturale ed il popolo lo ha recepito molto prima della classe politico-burocratica,di cui è iniziata la fine. Negli anni 2000 ho conosciuto uno scienziato di tecnologie dell’agricoltura dell’università di Boston,Prof.Roberto Crea,originario di Gallico RC,che già stava studiando come fare i pomodori quadrati per normalizzare imballi,frasporti e lavorazioni.

Ora i trattori vogliono inibire la vitalità umana,bloccando le strada con l’intento di bloccare la civiltà dell’intelligenza e della libertà umana e del progresso cosmico?Non essendo capaci di evolversi,ubbidiscono al richiamo bibblico: Muore Sansone e tutti i filistei,rifiutando ogni civiltà del progresso umano.Se mangiamo con gusto il miele perchè non dovremmo poter gustare una ciambella con farina di formiche?

Ricordate loro il principio della rivoluzione francese,nulla si crea nulla si distrugge,ma ogni cosa si scompone e si ricompone,anche se poi l’autore è stato decapitato e da qui l’assunto politico che non c’è peggiore conservatore di chi vince una rivoluzione.
Francesco Rhodio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci