Agricoltura

La cimice asiatica del pomodoro

di Alessadra Bruni, Agronomo

Cimice asiatica  (halyomorpha halys) www.piemonteparchi.it

La cimice asiatica (halyomorpha halys), apporta con le sue punture trofiche arrivando a pungere il pomodoro e a succhiarne la linfa.

Inietta poi una sostanza che fa diventare la polpa dura ed il pomodoro arresta la sua maturazione e rende il pomodoro non più commestibile.

Già avevamo la cimice verde che colpiva i nostri pomodori adesso abbiamo importato anche la cimice asiatica che differisce per dimensioni 1,2-1,7 centimetri, colore marrone scuro e una linea bianca che attraversa il corpo.

E‘ stata segnalata per la prima volta nel 2012 in Emilia Romagna, ad oggi la cimice asiatica si trova estesa in un tutto il territorio nazionale.

Tra i motivi legati alla sua veloce diffusione si possono ricordare la forte mobilità degli adulti e il rapido accrescimento, estati caldi ma sprattutto inverni miti determinano un rapido sviluppo.

Per quanto riguarda il ciclo nelle zone fredde compie una solo generazione mentre nei climi miti può arrivare a 4-6 generazioni l’anno.

Alle nostre latitudini la cimice asiatica compie due generazioni l’anno, sverna come adulto negli anfratti naturali, capannnoni, abitazioni ecc..

Quando l’individuo trova un posto idoneo per superare l’inverno emette dei feromoni per richiamare i suoi simili fino ad arrivare anche a un migliaio di individui, tra marzo e maggio termina la fase di svernamento , gli adulti ritornano ad alimentarsi e le femmine iniziano a deporre le uova a giugno.

La deposizione delle uova avviene in più momenti e si protrae per 3 mesi, le uova deposte si trovano al di sotto della lamina fogliare ed arrivano ad essere fino a 250 uova deposte.

La cimice asiatica colpisce diverse colture tra cui il pomodoro nutrendosi di frutti e semi, lamine fogliari e piccioli.

Si alimenta pungendo e succhiando la linfa ed emette una sostanza capace di determinare una suberificazione e necrosi provocando deformazione dei frutti.

Pomodoro punto da cimice asiatica www.ponzaracconta.it

Nel 2022 è terminato il triennio di introduzione della vespa samurai (Trissolcus japonicus) per la lotta biologica della cimice asiatica autorizzato in deroga dal Ministero dell’ambiente nel 2020.

Vespa samurai antagonista della cimice asiatica (Trissolcus japonicus) www.rainews.it

Solo nell’ultimo anno sono stati 665 i siti di rilascio nel Nord Italia dell’agente di controllo biologico e solo nel 2023 si sono verificati un minor numero di attacchi della cimice, segno che l’agente di controllo biologico inizia a fare il suo effetto.

La Vespa samurai è originaria della Cina e ovidepone all’interno delle uova della cimice distruggendole

Difesa chimica della cimice asiatica

La lotta chimica non è risolutiva, innanzitutto perchè gli insetticidi oltre a non essere specifici (non si ottiene una mortalità al 100% ) non offrono soluzioni valide a causa della sua biologia e comportamento: è estremamente mobile.

Inoltre si è provato con sistemi di cattura massale e barriere fisiche ma hanno mostrato un’efficacia limitata oltre alla complicata gestione della chiusura delle reti, è evidente data la mobilità dell’insetto che dobbiamo aspettare che l’agente di controllo biologico faccia il suo effetto.

Sitografia:

https://www.agrimag.it

https://difesapiante.com

https://www.regione.toscana.it

www.piemonteparchi.it

www.terraevita.edagricole.it

www.plantgest.imagelinenetwork.com

www.agricoltura.regione.emilia-romagna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci