Camera dei deputati

Oggi question time con i ministri Giorgetti, Urso, Lollobrigida e Fitto

Si svolge oggi, mercoledì 29 novembre alle 15, il question time trasmesso dalla Rai in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio, a cura di Rai Parlamento.

Il ministro dell’Economia e delle finanze, Giancarlo Giorgetti, risponde a una interrogazione sugli effetti delle disposizioni che hanno previsto la deroga all’applicazione della causa di scioglimento delle società per riduzione di capitale sotto il minimo legale (Marattin – IV-C-RE).

Il ministro delle imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, risponde a interrogazioni sulle iniziative in merito al progetto di acquisizione dell’azienda di biotecnologia Holostem terapie avanzate s.r.l. da parte della Fondazione Enea Tech e Biomedical (Benzoni – AZ-PER-RE); sulle misure a favore del settore siderurgico, con particolare riferimento all’approvvigionamento del rottame ferroso, nel quadro di un piano nazionale di tutela delle filiere produttive strategiche (Bordonali – Lega).

Il ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida, risponde a interrogazioni in merito alla procedura di revisione del Pnrr, con riferimento alle misure di competenza (Foti – FDI); sulla recente vicenda riportata dalla stampa relativa ad una fermata straordinaria sulla tratta ferroviaria Roma-Napoli (Silvestri – M5); sulle iniziative volte a concedere i ristori per l’abbattimento dei suini colpiti da peste suina africana ai soli allevamenti che operano nel rispetto del principio del benessere animale (Evi – AVS) sul protocollo di intesa per il rilancio del servizio civile agricolo (Lupi – NM(N-C-U-I)-M).

Il ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, risponde a interrogazioni sugli intendimenti del Governo, nel quadro del Pnrr, in relazione all’adozione delle riforme strutturali, con particolare riferimento a quelle in materia di pubblica amministrazione, giustizia e concorrenza (Della Vedova – Misto-+Europa); sulle iniziative, a livello nazionale ed europeo e nell’ambito del Pnrr, volte a incrementare le strutture educative per l’infanzia (Sala – FI-PPE); sulla revisione del Pnrr, con riguardo ai criteri di selezione dei progetti da mantenere e all’individuazione delle risorse alternative per finanziare i progetti previsti in precedenza (Braga – PD-IDP).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci