Camera dei deputati

Oggi question time con i ministri Ciriani, Fitto, Calderoli e Schillaci

Si svolge oggi, mercoledì 18 gennaio alle 15, il question time trasmesso dalla Rai in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio, a cura di Rai Parlamento.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, risponde a una interrogazione – rivolta al ministro dell’Interno – sulle iniziative, a presidio della trasparenza e del rispetto della legalità, in relazione alle consultazioni elettorali del 12 e 13 febbraio 2023 (Silvestri – M5S).

Il ministro per gli Affari europei per le politiche di coesione e per il Pnrr, Raffaele Fitto, risponde a una interrogazione sulle iniziative, in sede europea, in ordine all’esame di una nuova disciplina sull’efficientamento energetico degli edifici, al fine di tutelare il patrimonio immobiliare italiano (Molinari – Lega).

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Roberto Calderoli, risponde a una interrogazione sulle iniziative volte a garantire la piena attuazione della normativa in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, con particolare riferimento alla mancata rendicontazione da parte di numerose Regioni (Faraone – Azione-IV-RE).

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, risponde a interrogazioni sulle iniziative volte ad evitare il ricorso sistematico ai cosiddetti “medici a gettone”, al fine di garantire la continuità di cura e la piena applicazione dell’articolo 32 della Costituzione (Zanella – AVS); sulle iniziative volte a garantire l’accesso ai medicinali sul territorio nazionale e a risolvere le difficoltà relative all’approvvigionamento dei farmaci (Foti – FDI); sulle iniziative urgenti volte a superare le attuali criticità relative all’approvvigionamento dei farmaci (Malavasi – PD-IDP); sulle iniziative volte a fornire adeguate risposte alla crescente domanda di cure per la salute mentale, anche tramite l’introduzione della figura dello psicologo di base (Lupi – NM(N-C-U-i)-M); sulle iniziative volte a superare le gravi criticità del sistema sanitario della regione Puglia, con particolare riferimento alla carenza di personale medico e infermieristico (D’Attis – FI-PPE).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  +  67  =  68

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci