In evidenza, Italpress news

Ue, Gentiloni “Servono nuovi strumenti comuni per gli aiuti di Stato”

ROMA (ITALPRESS) – “I rapporti transatlantici sono molto buoni, certamente migliori che in passato. Resta il nodo creato dall’Inflation Reduction Act. Si tratta di un fattore aggravante in una situazione già asimmetrica nella quale l’Europa sta soffrendo più dell’America della crisi energetica e delle altre ricadute della guerra in Ucraina. Dobbiamo evitare che la nostra […]

ROMA (ITALPRESS) – “I rapporti transatlantici sono molto buoni, certamente migliori che in passato. Resta il nodo creato dall’Inflation Reduction Act. Si tratta di un fattore aggravante in una situazione già asimmetrica nella quale l’Europa sta soffrendo più dell’America della crisi energetica e delle altre ricadute della guerra in Ucraina. Dobbiamo evitare che la nostra risposta all’IRA crei nuove divergenze tra i Ventisette”. Lo dice il commissario europeo agli Affari Economici, Paolo Gentiloni, in un colloquio con alcuni quotidiani europei, tra cui Il Sole 24 Ore.Per Gentiloni, agire solo sul fronte degli aiuti di Stato rischierebbe di aumentare le differenze tra i paesi membri e frammentare il mercato unico: “Dobbiamo quindi associare a nuove misure a livello nazionale nuovi strumenti comuni che si basino sul finanziamento congiunto”. Inoltre secondo il commissario la riforma delle regole sugli aiuti di Stato “non deve mettere in dubbio il modello economico europeo basato sulla concorrenza”.Sul fronte del futuro Patto di Stabilità, “stiamo lavorando su proposte legislative da presentare alla fine del primo trimestre – spiega Gentiloni -. Non vi è ancora consenso tra i Ventisette, ma ci stiamo lavorando. Pensare che i bisogni di investimenti possano essere risolti solo da nuove regole di bilancio è però illusorio. Ecco perchè è necessario nuovo finanziamento in comune”.
– foto Agenziafotogramma.it –
(ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  +  43  =  52

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci