20221114 2031
In evidenza, Italpress news

L’Italbasket vince in Georgia e si qualifica per i Mondiali

TBILISI (GEORGIA) (ITALPRESS) – Biglietto staccato: ai Mondiali di basket del 2023 che si giocheranno fa Filippine, Giappone e Indonesia, l’Italia ci sarà. Dopo la sconfitta in volata di venerdì contro la Spagna all’overtime, gli azzurri non si lasciano sfuggire il match-point in quel di Tbilisi superando 85-84 la Georgia, battuta anche all’andata, al termine […]

TBILISI (GEORGIA) (ITALPRESS) – Biglietto staccato: ai Mondiali di basket del 2023 che si giocheranno fa Filippine, Giappone e Indonesia, l’Italia ci sarà. Dopo la sconfitta in volata di venerdì contro la Spagna all’overtime, gli azzurri non si lasciano sfuggire il match-point in quel di Tbilisi superando 85-84 la Georgia, battuta anche all’andata, al termine di una gara tiratissima. Più forti delle assenze, trascinati da Tessitori e Spissu (15 punti a testa), i ragazzi di coach Pozzecco blindano così uno dei tre posti del girone L senza dover aspettare la finestra di febbraio e le sfide con Ucraina e ancora Spagna. Ma che sofferenza. Nella nuovissima Tbilisi Arena, Georgia e Italia se le danno, cestisticamente parlando, di santa ragione. La soluzione dall’arco dà una marcia in più agli azzurri, che arrivano anche al +6 (13-19) prima del ritorno di Shengelia (alla fine il migliore dei suoi con 15 punti) e soci, aggrappati al match con le unghia e con i denti. Il vantaggio italiano non va mai oltre i due possessi e la tripla al tramonto del secondo quarto firmata da McFadden conferma il grande equilibrio con cui si va all’intervallo lungo (40-43). Anche al rientro si continua a lottare punto a punto, Tessitori è l’uomo a cui Pozzecco si affida per provare a dare una spallata alla partita ma i georgiani non mollano di un centimetro, mettono anche la freccia a un minuto dalla fine del terzo periodo prima della tripla di Baldasso che vale il 58-60 a favore dell’Italia con cui si va all’ultimo e decisivo quarto. Riparte forte il quintetto di Zouros, che alza le percentuali al tiro, soprattutto da fuori, e a poco più di 4 minuti dalla fine il tabellone indica 74-69 per i padroni di casa grazie alle due bombe consecutive di Berishvili. L’Italia, va detto, si costruisce bene i tiri, a rimbalzo mostra una reattività esplosiva ma la mira non è quella dei giorni migliori. Almeno fino a quando Severini e Spissu da tre riportano gli azzurri a -1, con Pajola che dalla lunetta firma il controsorpasso (76-77). Gli azzurri sono in fiducia e ancora Spissu e poi Ricci sembrano sentenziare la partita con le triple del +5 (78-83) quando mancano 40 secondi da giocare. Ma una sciagurata palla persa da Pajola regala un finale per cuori forti: Berishvili va a segno da distanza siderale riportando i suoi a -1 a 7″6 dalla sirena, Pajola sbaglia due liberi su due ma nell’ultima azione il muro azzurro nega a Shengelia il canestro del sorpasso, con tanto di benedizione dell’instant replay che dà il via alla festa per la qualificazione mondiale.– foto Image – (ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  +  65  =  71

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci