Elezioni 2022

Elezioni 2022, le richieste dei Medici ed Odontoiatri alla politica

La figura del libero professionista medico o odontoiatra titolare di studio sta scomparendo a causa delle difficoltà burocratiche e fiscali sempre maggiori. Essere professionisti oggi è sempre più complicato, soprattutto nel settore della salute.

La libera professione continua ad essere un sistema sottovalutato, sia in termini di attenzione politica che di sostegno allo sviluppo, nonostante il contributo che i professionisti sanitari danno alla crescita del Paese ed alla salvaguardia della salute dei cittadini.

La pandemia ha reso ancora più gravi le difficoltà che già avevano i liberi professionisti, come si evince dalla sempre crescente necessità di prorogare e rateizzare i contributi previdenziali e dall’elevato ricorso ai sussidi straordinari erogati dall’ENPAM.

In vista delle prossime elezioni del 25 Settembre le realtà associative dei Medici ed Odontoiatri liberi professionisti (AMOlp, Andiamoinordine e FIMeOLP) presentano una serie di richieste specifiche alle forze politiche. In particolare si chiede:

  • Riduzione della pressione fiscale a carico delle P.IVA.
  • Detraibilità fiscale delle prestazioni sanitarie innalzata fino al 100%.
  • Stesse modalità di pagamento ai fini della detraibilità fiscale, rispetto a quelle previste per l’attività intramoenia nel SSN e per i ticket sanitari, soprattutto al fine di non penalizzare l’utenza sprovvista di cc bancario/postale o di carta di credito.
  • Sostegni e contributi allo sviluppo pari a quelli concessi alle imprese.
  • Una più organica e ampia riforma sull’equo compenso, con la possibilità di prevedere la reintroduzione di tariffari minimi a tutela della salute del paziente e del decoro della professione.
  • Un più incisivo impegno politico istituzionale nel contrasto agli attacchi indiscriminati alla classe medica ed odontoiatrica, cosiddette gogne mediatiche, a tutela della salvaguardia del rapporto medico/paziente.
  • Modificare il D.P.R. 483/97 e decreto Balduzzi che esclude i laureati in Odontoiatria e Protesi Dentaria e i Medici Chirurghi specializzati in Odontostomatologia (entrambi iscritti all’albo degli Odontoiatri) dalla partecipazione ai concorsi come Dirigente Odontoiatra e dalla specialistica ambulatoriale del SSN.
  • Pari dignità e valore alle prescrizioni terapeutiche e alle certificazioni per patologia ed esenzione per chi lavora nel pubblico e nel privato.

Dr. Sergio Di Martino

Presidente AMOlp

Dr. Nunzio Cirrulli

Andiamoinordine

Dr. Francesco Santoro

Segretario Generale  Nazionale FIMeOLP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9  +  1  =  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci